ANNUNCIO IMPORTANTE !
Webinar gratuito – Stai progettando un prodotto, assicurati che sia facilmente assemblabile utilizzando le funzioni di ispezione. Se, invece, hai terminato di progettarlo e devi spiegare come assemblarlo, scopri come ottenere esplosi dettagliati e chiare istruzioni di montaggio. – mercoledì 15 maggio, ore 10:00 – iscriviti gratis
Categorie

Come importare le nuvole di punti in BricsCAD V20

Ecco una breve guida su “Come importare le nuvole di punti in BricsCAD V20”.
Alcuni utenti che si affacciano per la prima volta a BricsCAD, incuriositi da questa piattaforma CAD all-in-one, ci chiedono se BricsCAD sia in grado di gestire le nuvole di punti.
Certo! 🙂
Le gestione delle nuvole di punti è stata introdotta già nella versione V19, ma con la V20 le funzionalità sono state potenziate.

Miglioramenti alle nuvole di punti in BricsCAD V20

Le nuvole di punti in BricsCAD sono migliorate significativamente con la nuova versione BricsCAD V20, principalmente in due modi:

1. Nuova rappresentazione dei dati migliorata

La rappresentazione interna delle nuvole di punti è cambiata: ora è un singolo file di progetto .vrm accompagnato da una cartella con i dati dei punti effettivi. In precedenza era un file binario .bpt.

Questo nuovo formato presenta molti vantaggi:

  • BricsCAD lo visualizza più velocemente e in modo più realistico.
  • La sua dimensione è circa la metà delle dimensioni dei dati di origine (il vecchio formato era fino a due volte più grande dei dati di origine).
  • È completamente compatibile con il software VR Insight di Bricsys.

2. Gestione cache delle nuvole di punti

Ora puoi collegare direttamente i dati di origine della nuvola di punti a un file .dwg. utilizzando il nuovo sistema di gestione della nuvola di punti. In precedenza era SEMPRE necessario pre-elaborare i dati, prima di poterli allegare ad un file .dwg, ora invece la pre-elaborazione è necessaria solo la prima volta.

Il gestore della cache eseguirà, se necessario, la pre-elaborazione in background e attaccherà la nuvola di punti al file .dwg. Se questi dati sono già presenti nella cache, verranno direttamente attaccati in tempi molto rapidi, quasi all’istante.

Tutti i gruppi di dati memorizzati nella cache sono gestibili con 2 comandi RIFERIMENTONUVPUNTI e ELIMINAELEMENTONUVPUNTI rispettivamente per utilizzare i dati della cache o eliminarli da quest’ultima. Non è necessario spostarsi tra i gruppi di dati convertiti. Inoltre il gestore della cache ti avvisa quando i dati contenuti sono maggiori di una dimensione massima pre-impostata. È possibile modificare la posizione della cartella utilizzata per la cache e le sue dimensioni massime nelle Impostazioni. Per far ciò vai sulla Barra dei Menu > Impostazioni > Impostazioni> Opzioni programma> Impostazioni nuvola di punti.

Visualizzazione delle nuvole di punti in BricsCAD V20

Il gruppo di dati della nuvola di punti, mostrata qui sotto, è di circa 63 milioni di punti, l’importazione è durata circa 2 minuti ed è pubblicamente disponibile su NavVis.

Come gestire le nuvole di punti in BricsCAD

Nuvola di punti NavVis importata in BricsCAD V20 e attaccata a un file .dwg.

 

Suggerimento divertente: utilizza il comando NAVIGATE per camminare all’interno di una nuvola di punti importata.

Come gestire le nuvole di punti in BricsCAD

Utilizza NAVIGATE per camminare all’interno della nuvola di punti NavVis importata in BricsCAD v20. Questa è la stessa nuvola di punti mostrata sopra.

Possibili scenari durante l’uso delle nuvole di punti

1. come attaccare un file nuvola di punti .ptx, .pts, .las o .rcp a un file .dwg

Ora puoi attaccare direttamente questi dati a un file .dwg.
In questo video puoi vedere le operazioni passo-passo che ho riportato brevemente nell’elenco sottostante.

  • Apri un nuovo file .dwg e salvalo.
  • Nel pannello proprietà, cambia lo stile di visualizzazione da ‘2dWireframe’ a ‘Wireframe’.
  • Ora avvia il comando Attacca Nuvola di Punti (ATTACCANUVPUNTI) e seleziona il file .ptx / .pts / .las o .rcp della nuvola di punti che vuoi inserire nel disegno.
  • Fornisci un’unità: va bene quella di default ‘Metri’, quindi conferma con un invio. N.B.: il file di disegno deve essere impostato con unità di misura in metri (menu impostazioni > impostazioni > digitare “unità” nel campo di ricerca).
  • Nella finestra di dialogo che compare, spunta o meno a tuo piacimento le opzioni di Punto di inserimento/Scala/Rotazione e clicca su OK.
  • Un fumetto di notifica in basso a destra ti avviserà che è cominciata la pre-elaborazione della nuvola di punti in background.
  • Un nuovo messaggio di notifica ti avviserà che la pre-elaborazione è terminata.
  • Ora con un semplice rigenera (RIGEN) ed un zoom estensione, ecco che verrà visualizzata la nuvola di punti appena inserita.
  • La nuvola di punti può essere “editata”, con operazioni di taglio, cambiando le dimensioni dei punti della nuvola ed altro. Nel video sono riportate alcune di queste operazioni.

Nota: la dimensione dei punti è stimata in base alla densità dei punti, per dare l’impressione che una superficie solida sia piena senza spazi vuoti.
Se non ti piace questa modalità di visualizzazione, puoi disattivarla.
Se digiti la variabile POINTCLOUDADAPTIVEDISPLAY e la imposti su “1”, le dimensioni dei punti vengono ridimensionati in modo da dare un’impressione di una superficie piena. Se lo imposti su “0”, i punti vengono rappresentati tutti con la stessa dimensione in pixel, la quale è regolata dalla variabile POINTCLOUDPOINTSIZE.
Ogni volta che modifichi questo valore, devi digitare “RIGEN” affinché il cambiamento abbia effetto.

Per esercitarti puoi scaricare la nuvola di punti utilizzata in questo esempio, nel formato *.las .

2. come condividere un file .dwg, con i dati della nuvola di punti attaccati, con un altro utente

Crea un .dwg e attacca i dati della nuvola di punti. Questo crea una rappresentazione cache sul tuo computer. Quando l’altro utente desidera lavorare sullo stesso file, è necessario condividere sia il file dwg, sia i dati di origine della nuvola di punti (file .ptx, .pts, .las o .rcp).

Quando l’altro utente apre il file .dwg in BricsCAD, la cache verrà generata automaticamente. Questo vale anche per un file .dwg, creato in AutoCAD® con un file .rcp attaccato.

Quando si crea un nuovo file .dwg nello stesso percorso dei dati di origine della nuvola di punti e si desidera attaccare questi dati ad un nuovo file .dwg, il sistema di memorizzazione nella cache lo riconosce e quindi si collega e visualizza immediatamente i dati.

Nota: se la pre-elaborazione dei dati, per la generazione della cache, richiede troppo tempo, potresti voler inviare, all’altro utente, i dati già pre-elaborati. Ecco i passaggi da effettuare in questo caso:

  1. Cercare la variabile PointCloudCacheFolder nelle Impostazioni per capire dove viene memorizzata la cache delle tue nuvole di punti; questa cartella avrà un percorso simile a C:\Users\**nomeutente**\AppData\Roaming\Bricsys\BricsCAD\V20x64\it_IT\PointCloudCache
  2. Accedere a questa cartella ed individuare la sotto cartella codificata contenente la pre-elaborazione della tua nuvola di punti. Il nome di questa cartella potrebbe essere simile a {f3daa163-a14c-42be-aadf-9d61dd72ced7}.
  3. Fare il copia-incolla di questa cartella ad es. nel Desktop e rinominarla a piacimento.
  4. Poiché tale cartella conterrà molto probabilmente giga e giga di dati ti consiglio di compattarla in un unico file ZIP da inviare all’altro utente
  5. Dopo aver decompresso il file ZIP nell’altro pc, aprire BricsCAD ed avviare il comando IMPORTANUVPUNTI; questo comando importerà la cache nella cartella corretta (ti ricordi la variabile PointCloudCacheFolder ?)
    PS. Non copiare la cartella direttamente in questo percorso in quanto non funziona, anzi potrebbe creare problemi; accertati di utilizzare il comando IMPORTANUVPUNTI per questa operazione.
  6. A questo punto sarà sufficiente avviare il comando RIFERIMENTONUVPUNTI per inserire la nuvola di punti nel disegno, verrà inserita in un’istante!

Nuovi comandi utili in V20

    • RIFERIMENTONUVPUNTI apre una finestra di dialogo (visualizzata nella seguente immagine) per consentire di selezionare un gruppo di dati dalla cache e attaccarlo ad un file .dwg.
Come gestire le nuvole di punti in BricsCAD

La finestra di dialogo RIFERIMENTONUVPUNTI mostra una panoramica di tutti i gruppi di dati memorizzati nella cache, le loro dimensioni, la dimensione totale della cache utilizzata e la dimensione massima della cache disponibile. Quando si seleziona un elemento e si fa clic su OK, viene attaccato al file .dwg corrente.

  • ELIMINAELEMENTONUVPUNTI apre una finestra di dialogo quasi identica, ma questa volta consente di selezionare un gruppo di dati dalla cache per eliminarlo dal disco.

Utilizzo di PROCESSANUVPUNTI e ATTACCANUVPUNTI in modalità automatica

  • PROCESSANUVPUNTI fornisce un fumetto con l’aggiornamento sui progressi dell’elaborazione
  • Oltre ai comandi PROCESSANUVPUNTI e ATTACCANUVPUNTI ora sono disponibili anche per l’uso delle nuvole di punti mediante lisp:
    -PROCESSANUVPUNT e –ATTACCANUVPUNTI

 

Esempio di utilizzo: -PROCESSANUVPUNTI

(command “-PROCESSANUVPUNTI” “C:\\filip\\inputData01.las” “ME”)

Le opzioni sono:

  • File di dati di input
  • Unità “ME” utilizzate. (ME = MEtri )

Il risultato è che gli elementi vengono preparati nella cache. Al termine del processo di elaborazione verrà visualizzato un fumetto di notifica.

 

Esempio di utilizzo: -ATTACCANUVPUNTI

(command “-ATTACCANUVPUNTI” “C:\\filip\\inputData01.las” “ME” “0,0,0” “0” “1”)

Le opzioni sono:

  • File di dati di input. Questo sarà pre-elaborato in background.
  • Unità “ME” utilizzate. (ME = MEtri)
  • “0,0,0” traslazione dei dati della nuvola di punti (zero)
  • “0” rotazione dei dati della nuvola di punti (zero)
  • “1” scala dei dati della nuvola di punti (uno)

Il risultato è che l’elemento verrà preparato nella cache e attaccato al file .dwg corrente. Al termine della pre-elaborazione verrà visualizzato un fumetto di notifica.
Nota: potrebbe essere necessario utilizzare RIGEN per aggiornare il disegno. Questo significa che anche il comando PROCESSANUVPUNTI non sarà più richiesto e probabilmente scomparirà.

Utilizzare file .dwg con le nuvole di punti

Una volta che la nuvola di punti è collegata, può essere manipolata come altre entità. Può essere spostata / ruotata / ridimensionata, come con qualsiasi altro elemento. Risponde anche al comando PIANOSEZ, piani di sezione, nascondendo parti esterne ai piani di sezione quando sono attive.

Come gestire le nuvole di punti in BricsCAD

Una nuvola di punti con un piano di sezione (cubo blu interno). Il riquadro rosso a destra indica il pannello delle proprietà. Nel riquadro rosso interno lo stato del piano di sezione impostato su “volume”

Nota: un piano di sezione ha tre tipologie:

  • Piano: ritaglia tutto da un lato dell’aereo.
  • Contorno: definisce un’estrusione infinita del contorno disegnato sullo schermo.
  • Volume: è uguale al limite sopra, ma con un dato piano superiore e inferiore.

Quando OSNAP è attivo, è anche possibile eseguire lo snap ai punti visibili nella nuvola.


Altre funzionalità:

  • Mappa dei Colori Nuvola di Punti (MAPPACOLORINUVPUNTI ) : questo comando intelligente fa si che i falsi colori possono essere assegnati ai punti corrispondenti all’intensità o all’elevazione. Scegli i colori a spettro singolo come il rosso o il blu o passa all’intero spettro. L’immagine qui sotto utilizza i colori “Terra”.In BricsCAD sono possibili diversi colori delle nuvole di punti. Scegli fattori quali altezza e densità per influenzare il colore visualizzato.
  • Ritaglio Nuvola di Punti (RITNUVPUNTI ): mentre un piano di sezione ritaglia tutto nella scena, il ritaglio di una nuvola di punti è limitato alla nuvola di punti corrente, lasciando inalterate le altre entità.
  • Dimensione Punto (DIMENSPUNTONUVPUNTI): determina la dimensione dei punti disegnati sullo schermo. Può essere utile riempire visivamente gli spazi vuoti.Come gestire le nuvole di punti in BricsCADA sinistra: piccoli punti. A destra: stesso numero di punti con aumentate le dimensioni dei punti.
  • Contorno nuvola di punti (POINTCLOUDBOUNDARY): sceglie di mostrare o nascondere un riquadro di delimitazione della nuvola di punti.Come gestire le nuvole di punti in BricsCADLa nuvola di punti è stata sezionata e il confine è stato disattivato.

BPT

Non temere, BricsCAD V20 supporta ancora i file .bpt! Tuttavia, non è più possibile creare nuovi file .bpt.

AVVISO: DOPO V20, IL SUPPORTO PER I FILE .BPT SARÀ ELIMINATO COMPLETAMENTE.

Funzionalità già presenti in BricsCAD V19

La funzionalità rimanenti sono le stesse che trovi in BricsCAD V19, ovvero:

  • Comportamento degli snap alla nuvola di punti durante la modifica.
  • PIANOSEZ (taglia l’intera scena inclusa la nuvola di punti).
  • RITNUVPUNTI (taglia solo l’oggetto nuvola di punti corrente).
  • MAPPACOLORINUVPUNTI: usa i colori falsi per evidenziare le differenze di intensità o elevazione.
  • Comportamento dell’Esplora Disegno (aggiungi/modifica/rimuovi le definizioni delle nuvole di punti).
  • Pannello Proprietà: quando viene selezionata una nuvola di punti, in questo pannello sono disponibili diverse proprietà per l’ispezione e persino la modifica diretta.
    – Proprietà geometriche (ad es. rotazione, scala e inserimento X, Y, Z)
    – Applica la mappa dei colori
    – ecc.

Sei nuovo di BricsCAD?

BricsCAD è il CAD dwg che porta il tuo livello di progettazione ad un livello superiore.

Tipologie di licenze Singole | Volumi | Network
Disponibilità di acquisto a noleggio oppure in licenza perenne.
In dotazione sulle principali piattaforme Windows | Mac | Linux

Condividi articolo: