ANNUNCIO IMPORTANTE !
Webinar gratuito – Stai progettando un prodotto, assicurati che sia facilmente assemblabile utilizzando le funzioni di ispezione. Se, invece, hai terminato di progettarlo e devi spiegare come assemblarlo, scopri come ottenere esplosi dettagliati e chiare istruzioni di montaggio. – mercoledì 15 maggio, ore 10:00 – iscriviti gratis

Supporto tecnico EmiCAD
EmiLISPCA Structure
EmiLISP Free
BricsCAD

Supporto tecnico Bricsys + EmiCAD per tutte le versioni BricsCAD

Sei un Utente BricsCAD e desideri risolvere un problema tecnico?

La soluzione è aprire una richiesta di supporto che ti permetterà di formulare il tuo quesito direttamente al produttore, utilizzando il tuo Account Bricsys sul sito web ufficiale www.bricsys.com.
Noi di EmiCAD, partner ufficiale del produttore Bricsys, abbiamo la visibilità sulle tue richieste e saremo di supporto al produttore nel caso fosse necessario un’eventuale traduzione in lingua inglese della richiesta. Quindi non farti problemi: segui le nostre istruzioni e apri il tuo Ticket di Assistenza tecnica.

Aprire una richiesta di supporto è la procedura corretta da intraprendere per risolvere un qualsiasi problema tecnico inerente BricsCAD.

  • Ciascuna richiesta verrà automaticamente indirizzata al tecnico più competente (tra quelli di EmiCAD e/o Bricsys) in base al tipo di quesito. Quindi il tecnico esperto in problemi di stampa non sarà lo stesso a prendere in carico i problemi di altro tipo, per esempio di visualizzazione.
  • Ogni richiesta è identificata con un ID univoco, pertanto sarà sempre facilmente rintracciabile.
  • La richiesta potrà essere facilmente assegnata a un altro analista qualora il primo non fosse in grado di rispondere;
  • A ogni richiesta verrà assegnata la giusta priorità in base a diversi parametri tra cui la gravità del problema, se è presente o meno una manutenzione attiva, il numero di utenti interessati dal problema, ecc.
  • Avrai modo di tenere sotto controllo tutte le richieste che hai formulato. Infatti rimangono registrate e catalogate all’interno del tuo spazio personale Bricsys: sia quelle chiuse, sia quelle in corso (aperte).
  • Grazie alle tue segnalazioni, i tecnici Bricsys possono costantemente migliorare il software e soddisfare le numerose esigenze degli utilizzatori.

Come aprire una richiesta di assistenza tecnica sul Centro Supporto Bricsys

Qualsiasi utente BricsCAD, con un contratto di manutenzione attiva può aprire una richiesta di supporto.

Tempi di risposta

I tempi di risposta saranno determinatati dalla tipologia di richiesta. Ad esempio richieste per problemi di licenza avranno priorità sulle altre.
La Manutenzione permette di ottenere 1 anno di supporto tecnico, sempre mediante ticket, contratualmente con tempi di risposta di 2 giorni lavorativi e il numero di quesiti che si possono porre è illimitato (maggiori informazioni sulla Manutenzione All-in).
Di fatto, nella maggior parte dei casi, la risposta sarà fornita entro il primo giorno lavorativo.

Account Bricsys

Le richieste di supporto devono essere create all’interno del proprio Account Bricsys, al quale puoi accedere con le tue credenziali (indirizzo email + password). Se hai già scaricato la versione Trial, o hai acquistato una licenza BricsCAD avrai sicuramente un tuo account Bricsys.
Invece se non conosci la password potrai comunque richiederla cliccando su “Ho dimenticato la password”; dopodiché ti verrà richiesto di inserire l’indirizzo email che hai utilizzato per scaricare la versione di valutazione o per concludere l’acquisto della tua licenza.

Segui le seguenti istruzioni pratiche di cui hai bisogno per inserire la tua prima richiesta di supporto.

Il video a fondo pagina mostra passo-passo l’intera procedura per inserire una richiesta di supporto tecnico mediante apertura di un ticket.

Oppure puoi leggere la seguente procedura che rispetto al video fornisce in aggiunta alcuni consigli utili.

 

1. Accedi al tuo account Bricsys

Entra nel sito www.bricsys.com e clicca sull’icona in alto destra, indicata nell’immagine, e poi su Richieste di Supporto.

Ti verrà richiesto di inserire le proprie credenziali di accesso per il login, puoi usare il tuo account Facebook, Google, LinkedIn, oppure usare un tuo indirizzo e-mail e una password scelta apposta per il tuo account Bricsys.

Nota
Se hai già scaricato la versione di valutazione di BricsCAD, o hai acquistato una licenza hai per forza un tuo account Bricsys, ma se non conosci o ricordi la tua password puoi comunque richiederla cliccando su Ho dimenticato la password, quindi inserisci l’indirizzo e-mail utilizzato per scaricare la versione di valutazione o per concludere l’acquisto della tua licenza.

Se proprio non riesci reperire il tuo account Bricsys, contattaci a tecnico@emicad.it comunicandoci i tuoi dati, perché ci sono necessari per avviare una ricerca.

 

 

2. Registrati alle newsletter (facoltativo)

Approfitta di questo accesso al tuo Account Bricsys per impostare la ricezione delle newsletter inviate dal produttore e da eventuali partner (EmiCAD nel tuo caso); inoltre puoi decidere quali newsletter ricevere e in quale lingua.

Se desideri essere aggiornato sulle novità e i nuovi rilasci ti suggerisco di inserire la spunta almeno sulle prime 2 newsletter come indicato nell’immagine.

 

 

3. Inserisci la tua richiesta di supporto

Cliccando su Richieste di supporto verrà visualizzato l’elenco delle tue richieste di supporto con le relative risposte e la possibilità di aggiungerne di nuove.

Nel caso in cui non fossero visibili, clicca sul link Visualizza le richieste di supporto chiuse/aperte.

A questo punto non ti resta aprire il ticket cliccando  su Chiedi Supporto.

Nota

Prima di cliccare sul link Invia una nuova richiesta di supporto è importante selezionare la categoria corretta in modo da inviare la richiesta al tecnico più esperto in base al tipo di quesito/problema.

Inoltre è fondamentale riportare nel modo corretto il quesito/problema per renderlo comprensibile ai tecnici, a tal proposito leggi il prossimo paragrafo
Cosa scrivere in una richiesta di supporto.

Una richiesta di supporto deve spiegare bene il problema, essere completa di ogni dettaglio necessario per comprenderlo e nella maggior parte dei casi è utile allegare uno o più file di esempio.

Se il problema è riproducibile, allegare un file di esempio e indicare i passaggi esatti da eseguire per riprodurlo.

Si riporta di seguito un esempio di come deve essere redatta una richiesta di supporto. Inoltre in fondo a questa pagina vi sono le istruzioni su come creare un eventuale video contenente i passaggi per riprodurre il problema.

Esempio di richiesta di supporto “troppo generica”:

Buongiorno, abbiamo riscontrato errori in esportazione dxf dei nostri files dwg.
Fondamentalmente sembra non funzionare.



In questo caso è praticamente impossibile per i tecnici capirne la causa. Così com’è stata inserita la richiesta, sembra che nulla funzioni, ma in realtà è più probabile che il problema sia circostanziato a un determinato file (in alcuni casi a tutti i file di un cliente in quanto utilizza spesso parti di disegno comuni).

Una richiesta di questo tipo costringe il tecnico a chiedere maggiori chiarimenti con conseguente perdita di tempo.

Esempio di richiesta di supporto “dettagliata”


Buongiorno, abbiamo riscontrato errori in esportazione dxf dei nostri files dwg. In pratica, eseguiamo i seguenti step:
1. Apro il nostro file dwg (che allego a questa richiesta)
2. Avvio di comando File–>Salva con Nome
3. Seleziono il formato “AutoCAD 2004 ASCII DXF” e premo “Salva”.
Viene emesso un messaggio “Questo formato pre-2010 non supporta alcuni tipi di entità…” (allego immagine del messaggio)
Cosa vuol dire?



In questo caso, il tecnico a cui è stata assegnata questa richiesta ha tutti gli elementi per provare la procedura descritta dall’utente nello stesso contesto e pertanto sarà sicuramente più semplice rispondere al quesito.

Se il problema è difficile da descrivere, si può ricorrere a delle immagini/screenshot o dei video. Per questo forniamo alcune informazioni utili per realizzare immagini tramite screenshot e video.

Come realizzare uno screenshot

In molti casi è utile allegare degli screenshot dello schermo, ovvero delle immagini dello schermo, o parte di esso, al fine di spiegare nel migliore dei modi il problema.

In Windows è disponibile lo strumento nativo Strumento di Cattura, che può essere ricercato nel menu Start. Con questo strumento è possibile selezionare un’area dello schermo e salvarla come immagine.


Se non potete utilizzare questo strumento, in Windows è sempre possibile usare la combinazione Alt+Stamp (oppure Alt+Print) e successivamente incollare il risultato in un programma di grafica (ad esempio Paint). Soluzioni simili sono disponibili anche in Linux e in Mac.

Come realizzare un video in Windows

La realizzazione di un video che rappresenta i vari passaggi da eseguire per riprodurre il problema è la migliore tra le soluzioni al fine di rendere comprensibile il problema senza alcuna interpretazione.

Ovviamente la realizzazione di un video non è obbligatoria, ma in certi casi può essere fortemente consigliata, inoltre spesso è più veloce creare un video che scrivere parecchie righe di descrizione testuale.

Per registrare le operazioni a schermo consigliamo l’uso del software Icecream Screen Recorder, gratuito e disponibile anche in Italiano:


Scarica Icecream Screen Recorder


Dopo l’installazione, Icecream Screen Recorder aggiunge un’icona nella system tray di Windows (la barra in basso a destra):

Di seguito i semplici passaggi da eseguire:

  1. Doppio click sull’icona nella system tray, per aprire l’interfaccia utente del software, cliccare su Cattura video per aprire l’elenco di possibilità di registrazione, da qui è possibile decidere se registrare l’intero schermo oppure solo una porzione.
  2. Dopo aver selezionato l’area da registrare, compare, solitamente in basso a destra, la seguente barra, nella quale occorre semplicemente impostare se si desidera registrare o meno la propria voce (1), e quindi premere Registra (2) per iniziare la registrazione:
  3. Ora sarà possibile mettere in pausa/riprendere o terminare la registrazione con gli appositi pulsanti:
  4. Dopo la pressione del pulsante Stop si interrompe del tutto la registrazione e verrà richiesto di salvare il file video, che successivamente potrà essere inviato al supporto tecnico Bricsys.

Come registrare lo schermo in Mac OS

Per registrare le operazioni a schermo su un Mac è possibile utilizzare il software nativo QuickTime Player.
Infatti il media player QuickTime include una funzione che permette di registrare quello che accade sulla scrivania del computer e di salvarlo sotto forma di video.

Guarda il video tutorial per imparare a richiedere supporto tecnico per BricsCAD

Centro Assistenza per EmiLISPCA Structure e EmiLISP Free

EmiCAD è rivenditore per l’Italia di BricsCAD e ha sviluppato nel tempo alcuni applicativi dedicati anche agli utenti AutoCAD® basati su routine LISP.

Alcuni di questi sono stati sviluppati su misura per i nostri clienti, altri sono confluiti in una raccolta gratuita che si chiama EmiLISP Free, mentre EmiLISPCA Structure è in vendita sul nostro Store ed è stato sviluppato per migliorare il disegno di armature, richiami e distinta ferri delle strutture in cemento armato.

Compreso nel prezzo di EmiLISPCA Structure c’è un anno di assistenza tecnica con quesiti illimitati e il rinnovo annuale del contratto di assistenza tecnica per EmiLISPCA Structure non è obbligatorio.

Logo BricsCAD Lite

Il software CAD per disegno 2D potente e conveniente

Logo BricsCAD Pro

Per progetti in 2D e 3D con ampio supporto di applicazioni esterne

Logo BricsCAD BIM

Il Building Information Modeling
con Intelligenza Artificiale

Logo BricsCAD Mechanical

Progettazione meccanica avanzata con modellazione 3D diretta