ANNUNCIO IMPORTANTE !
Webinar gratuito – Stai progettando un prodotto, assicurati che sia facilmente assemblabile utilizzando le funzioni di ispezione. Se, invece, hai terminato di progettarlo e devi spiegare come assemblarlo, scopri come ottenere esplosi dettagliati e chiare istruzioni di montaggio. – mercoledì 15 maggio, ore 10:00 – iscriviti gratis

Integrare e gestire la cartografia GIS e nel software CAD 3D

Quali sono le funzionalità che possono essere integrate nel software CAD e di modellazione 3D che consentono di importare, esportare e gestire dati territoriali GIS provenienti da diverse sorgenti?

Quando si ha la necessità di importare cartografie GIS nel proprio software CAD per gestire al meglio la progettazione urbana, stradale o quella di infrastrutture tecnologiche e reti idriche, è bene avvalersi di strumenti specifici per la gestione dei dati territoriali.

Integrazione tra modelli CAD 3D e analisi di mappe tematiche

In considerazione della crescente rilevanza dell’analisi delle interconnessioni tra dati geospaziali e modelli tridimensionali legati alla progettazione urbana, risulta sempre più importante dotarsi di strumenti che permettano l’integrazione di mappe tematiche, dati spaziali e informazioni geografiche all’interno di progetti urbani sviluppati con software CAD 3D professionali.

L’incontro tra il mondo dei dati geospaziali e quello dei modelli tridimensionali rappresenta un punto di convergenza strategico per professionisti impegnati nella progettazione civile e industriale, nell’urbanistica e nell’ingegneria delle reti. In questo scenario, la sintesi tra mappe WMS, dati EED e file KML/KMZ reperibili da fornitori noti come OpenStreetMap, Bing, MapBox e altri assume una rilevanza cruciale.

L’analisi e la comprensione profonda del territorio in cui il progetto è chiamato a inserirsi è alla base di molti processi decisionali che puntano a governare la complessità dell’ambiente antropizzato. Per questo motivo il contesto geografico non si può limitare a costituire solo lo sfondo di un piano, ma va indagato attraverso la personalizzazione delle carte tematiche per far emergere in modo chiaro, sintetico e pertinente le informazioni del contesto che guidano le scelte progettuali e al contempo comunicarle e condividerle efficacemente con stakeholder e team di progettazione interdisciplinari.

Le carte tematiche personalizzate si rivelano un prezioso strumento per l’analisi dei dati geospaziali e la pianificazione strategica. Attraverso la sovrapposizione di dati diversi, ad esempio sulla densità di popolazione, le infrastrutture presenti e altri elementi, gli urbanisti possono valutare l’impatto dei cambiamenti sulle aree urbane.
Ecco che la sinergia tra software CAD 3D e strumenti per la manipolazione di dati e cartografie può offrire una panoramica più chiara e completa a tutti gli attori coinvolti nei processi di gestione del territorio, senza dover ricorrere a mappe esterne.

Mappe dinamiche per gli sfondi in Spatial Manager per BricsCAD

Funzionalità per dati GIS all’interno di un CAD 3D

Un software per la gestione dei dati GIS all’interno di un software CAD 3D dovrebbe offrire una serie di funzionalità per consentire un’integrazione e un’interoperabilità efficace tra dati geospaziali e modelli tridimensionali.

La prima cosa a cui guardare è per forza di cose l’importazione di dati geospaziali da sorgenti GIS, come file shapefile, file geodatabase, servizi web map e altri formati comuni. Tale processo dovrebbe essere bidirezionale, cioè bisogna disporre anche della possibilità di esportare modelli CAD 3D in formati compatibili con i sistemi GIS.


Una volta importati i riferimenti territoriali è utile poterli far combaciare corettamente con la posizione dei modelli 3D, in modo che sia possibile visualizzare l’informazione geografica contestualizzata con l’ambiente tridimensionale. Questo richiede funzionalità di allineamento, georeferenziazione e di trasformazione delle coordinate con il supporto di una vasta gamma di sistemi di coordinate e sistemi di riferimento.

Quando si ha a disposizione la mappa desiderata nel proprio software CAD, può essere importante riuscire a gestire la visualizzazione della simbologia presente nella cartografia, nonché eseguire query geospaziali all’interno del contesto dei modelli 3D. Ad esempio, poter selezionare oggetti 3D sulla base della loro posizione geografica.

Dalla visualizzazione si passa poi all’analisi spaziale, che consente di eseguire operazioni come buffering, overlay, analisi di visibilità e altre analisi geografiche avanzate direttamente sui modelli 3D con possibilità di Editing Integrato per modificare sia i dati geospaziali che i modelli 3D all’interno dello stesso ambiente software. Ad esempio, potrebbe essere necessario adattare alcune geometrie, sia nel contesto geospaziale che in quello tridimensionale, mantenendo i dati sincronizzati tra i due ambienti di lavoro.
In quest’ambito si può includere anche la possibilità di aggiungere metadati ai dati geospaziali e ai modelli 3D per fornire informazioni aggiuntive sulla provenienza e l’uso dei dati.
Il tutto per sfruttare al meglio le informazioni geografiche all’interno di contesti di progettazione e analisi tridimensionali.

Volendo spingersi oltre, l’Integrazione con Servizi Web GIS consente di accedere a tali servizi direttamente dal software CAD 3D, normalmente per avere dati cartografici più recenti e con l’automazione di alcuni processi, come l’importazione automatica, si può mettere in atto un flusso di lavoro per mantenere i dati geospaziali aggiornati all’interno del progetto.

Infine si può pensare a documentazione e reportistica, ossia la capacità del programma di generare documenti e report che combinino informazioni geospaziali e dati 3D per scopi di presentazione e condivisione.

Pubblicazione del progetto CAD 3D in Google Earth e integrazione con Street View

Pubblicare il progetto CAD 3D su Google Earth consente di visualizzare il modello in un contesto geografico reale. Questo è particolarmente utile per comunicare in modo più chiaro come il progetto si inserisce nell’ambiente circostante. Allo stesso modo l’integrazione con Google Street View fornisce immagini realistiche del modello contestualizzato con l’intorno.

Dato che entrambe queste applicazioni sono ampiamente utilizzate e accessibili a un largo pubblico, possono risultare particolarmente idonee nella condivisione del progetto verso i clienti e le altre parti interessate nel progetto che non hanno una formazione tecnica specifica. Si possono creare presentazioni coinvolgenti e realistiche e catturare meglio l’attenzione del pubblico, che inoltre può essere fisicamente situato in qualsiasi parte del mondo, facilitando la collaborazione da remoto.

Google Earth e Street View possono anche essere presi in considerazione sia sotto il profilo dell’esplorazione interattiva, che per finalità di promozione e marketing.
Gli utenti possono esplorare il progetto CAD 3D su Google Earth in modo interattivo, ruotando, ingrandendo e spostandosi liberamente per ottenere diverse visuali. Questo consente loro di esaminare il progetto da diverse angolazioni e prospettive.

Pubblicare il progetto su Google Earth può essere parte di una strategia di promozione per progetti di sviluppo immobiliare, magari in chiave turistica, o per infrastrutture che vogliono attrarre investitori.

Personalizzazione delle carte tematiche all'interno di un progetto CAD 3D

Personalizzare le carte tematiche consente di evidenziare specifiche informazioni rilevanti per il processo decisionale.

Le mappe tematiche forniscono informazioni contestuali cruciali per un progetto urbano, come reti stradali, infrastrutture, servizi pubblici, zone verdi e altro ancora. La personalizzazione della rappresentazione contestuale permette di mostrare queste informazioni in modo chiaro e rilevante all’interno del contesto 3D.

La combinazione dei dati geospaziali può fornire un’immagine completa e integrata del progetto mettendo in luce informazioni specifiche per supportare per supportare processi di analisi e pianificazione dettagliate. Ad esempio, identificare zone a rischio, aree potenziali per lo sviluppo, percorsi di trasporto pubblico e altro ancora, il tutto con l’adozione di uno stile di rappresentazione personale, in linea con la comunicazione del progetto, sfruttando colori, simboli e stili grafici.


L’organizzazione delle informazioni per layer all’interno del file CAD permette di visualizzare dati diversi a seconda delle esigenze, mantenendo l’ordine e la chiarezza che poi dovranno confluire nella documentazione del processo di progettazione e sviluppo urbano.

Logo BricsCAD Lite

Il software CAD per disegno 2D potente e conveniente

Logo BricsCAD Pro

Per progetti in 2D e 3D con ampio supporto di applicazioni esterne

Logo BricsCAD BIM

Il Building Information Modeling
con Intelligenza Artificiale

Logo BricsCAD Mechanical

Progettazione meccanica avanzata con modellazione 3D diretta